Percorso:> Unione Artigiani della Provincia di Milano > Primo Piano > Divieto pagamento stipendi per contanti
HOME | CHI SIAMO | DOVE SIAMO | AREA RISERVATA | CONTATTI | LINK | C.L.A.A.I. |
ita | ing | arabo | cinese



NOTIZIE PER LE CATEGORIE
Primo Piano
Come aprire un'attivita'
Servizi per le imprese
Servizi per il cittadino
Finanziamenti & Bandi
Ambiente & Sicurezza sul lavoro
Categorie
Corsi & seminari
Sportelli assistenza
Convenzioni
Fisco & Tributi
Lavoro & Sindacale
Eventi & Fiere
Scadenze Fiscali & Tributarie
Mercati Esteri & Reti di Imprese





Divieto pagamento stipendi per contanti
(05/01/2018)
 
La Legge di Stabilità 2018 ha previsto che, con effetto dal 1° luglio 2018, non sarà più possibile effettuare il pagamento per contanti dello stipendio ai propri dipendenti, collaboratori o soci lavoratori, sia esso in forma di acconto ovvero di saldo ed a prescindere dal relativo importo; il mancato rispetto di tale obbligo determina rischio di applicazione di pesanti sanzioni.
 
È stato infatti previsto che, a partire dal prossimo mese di luglio 2018, i datori di lavoro dovranno obbligatoriamente pagare gli stipendi in modalità tracciabile, attraverso uno dei seguenti tassativi mezzi di pagamento:

ü  bonifico sul conto identificato dal codice IBAN indicato dal lavoratore;
ü  strumenti di pagamento elettronico (ad esempio, carte prepagate);
ü  emissione di un assegno consegnato direttamente al lavoratore o, in caso di suo comprovato impedimento, a un suo delegato (l'impedimento s'intende comprovato quando il delegato a ricevere il pagamento è il coniuge, il convivente o un familiare, in linea retta o collaterale, del lavoratore, purché di età non inferiore a sedici anni);
ü  pagamento in contanti presso uno sportello bancario o postale dove il datore di lavoro abbia aperto un conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento (prassi scarsamente diffusa tra le Imprese).
 
È ancora espressamente stabilito che la sola firma del lavoratore, apposta sulla busta paga, non costituirà più prova dell'avvenuto pagamento della retribuzione, ma solo della ricezione di copia del cedolino e/o del prospetto paga stesso. La disposizione chiarisce anche che, ai fini di quanto precede, rientrano nel nuovo obbligo:
·         i rapporti di lavoro subordinato / dipendenti (a prescindere se a tempo indeterminato o determinato, a tempo pieno o part/time, ivi inclusi gli apprendistati),
·         i contratti di collaborazione coordinata e continuativa,
·         i contratti di lavoro instaurati in qualsiasi forma dalle cooperative con i propri soci / lavoratori.
 
Quanto sopra non si applica ai rapporti di lavoro domestico (colf, badanti e babysitter), per i quali, quindi, sarà possibile effettuare pagamenti di stipendi per contanti anche successivamente al 1° luglio 2018, ovviamente a condizione che l'importo in pagamento sia inferiore ad Euro 3.000 netti (normativa “Antiriciclaggio”).
 
A tal fine, ovviamente, ricordiamo che l'eventuale pagamento delle retribuzioni corrisposte per contanti a tali lavoratori domestici (colf, badanti e babysitter) dovrà formare oggetto di apposita ed espressa ricevuta, compilata e sottoscritta dal lavoratore stesso, attestante l'avvenuta ricezione del danaro, avvalendosi ad esempio dello schema che segue: “il sottoscritto … dichiara di aver ricevuto in data odierna, per contanti, l'importo di Euro … quale saldo del cedolino del mese di … In fede. Data… Firma…”.
 
 
L'Ufficio Paghe / Sindacale resta a disposizione degli Associati per ogni ulteriore approfondimento al numero 02/8375941.

 



Unione Artigiani su Twitter Unione Artigiani su Linkedin Unione Artigiani su YouTube Unione Artigiani su Blogspot Unione Artigiani su Viadeo Unione Artigiani su Slideshare Forum Unione Artigiani
News
17/01/2018
+++ TRAGEDIA LAMINA, L'UNIONE ARTIGIANI ADERISCE AL LUTTO CITTADINO +++
leggi tutto...
15/01/2018
Ambiente: dichiarazione Mud entro il 30 aprile
leggi tutto...
11/01/2018
Contributi in parte corrente per cantieri M4 dal Comune di Milano
leggi tutto...
09/01/2018
Mezzi pesanti, calendario dei divieti di circolazione 2018
leggi tutto...
08/01/2018
Legge di Stabilità 2018 / Assunzioni agevolate di giovani
leggi tutto...
05/01/2018
Autoriparatori, prorogato il termine per i requisiti di Meccatronica
leggi tutto...
02/01/2018
Sacchetti per la spesa: attenzione alle sanzioni
leggi tutto...
19/12/2017
Edili: firmata intesa sindacati-imprese
leggi tutto...

Corsi
08/01/2018
Aggiornamento formazione RSPP datore di lavoro
leggi tutto...
30/11/2017
Svizzera, nuovo regime Iva - seminario 18 dicembre
leggi tutto...
02/10/2017
Taxi, corsi di inglese gratuiti
leggi tutto...
30/08/2017
Taxi-Ncc: corsi di formazione per iscrizione al ruolo
leggi tutto...

 

Inserisci l'indirizzo eMail
per iscriverti alla newsletter


Adempimenti per le imprese Scopri i nuovi servizi Giovani artigiani Sportello immigrati
Formazione a distanza Come associarsi La sede centrale Newsletter e App


Unione Artigiani della Provincia di Milano - Via Doberdò 16 - 20126 MILANO - PI 02066950151 -
tel 02 8375941 - fax 02 89405275 - e-mail segreteria.generale@unioneartigiani.it
Credits | Maps