Percorso:> Unione Artigiani della Provincia di Milano > Fisco & Tributi > Accertamenti su 100mila dichiarazioni dei redditi
HOME | CHI SIAMO | DOVE SIAMO | AREA RISERVATA | CONTATTI | LINK | C.L.A.A.I. |
ita | ing | arabo | cinese



NOTIZIE PER LE CATEGORIE
Primo Piano
Come aprire un'attivita'
Servizi per le imprese
Servizi per il cittadino
Finanziamenti & Bandi
Ambiente & Sicurezza sul lavoro
Categorie
Corsi & seminari
Sportelli assistenza
Convenzioni
Fisco & Tributi
Lavoro & Sindacale
Eventi & Fiere
Scadenze Fiscali & Tributarie
Mercati Esteri & Reti di Imprese





Accertamenti su 100mila dichiarazioni dei redditi
(27/06/2016)
 
L'Agenzia delle Entrate sta inviando 100mila avvisi bonari ai contribuenti relativi alledichiarazioni dei redditi riferite al periodo d'imposta 2012: si tratta di errori o dimenticanze, che all'insegna della compliance fiscale offrono la possibilità di mettersi in regola attraverso ravvedimento operoso soft e dichiarazione integrativa, evitando successivi accertamenti. Il contribuente che non ritiene corretti i rilievi o vuole ulteriori informazioni, può rivolgersi al Fisco telefonicamente, attraverso numeri dedicati o recandosi negli uffici territoriali delle Entrate.

Le 100mila lettere arrivano a persone fisiche e partite Iva, attraverso la Pec, posta elettronica certificata, oppure via posta ordinaria. Contengono i risultati dell'azione di controllo dell'Agenzia delle Entrate derivanti dall'incrocio dei dati presenti in Anagrafe tributaria, relativi a modello UNICO oppure 730 del 2013.

Riguardano presunti redditi non dichiarati: in passato, queste anomalie avrebbero subito fatto partire controlli e accertamenti, mentre gli avvisi bonari consentono di mettersi in regola prima.

Il contribuente che riceve la lettera può consultare il dettaglio di tutti gli elementi di anomalia riscontrati nel cassetto fiscale, all'interno ndella nuova sezione “L'Agenzia scrive“, dedicata alle comunicazioni pro-compliance.

Il contribuente a questo punto ha due possibilità: se l'Agenzia delle Entrate ha ragione, può regolarizzarsi con il ravvedimento operoso ed evitare qualsiasi successivo accertamento. Deve presentare una dichiarazione integrativa, e pagare le maggiori imposte con interessi e sanzioni in misura ridotta di un sesto (ravvedimento soft). Ilpagamento va effettuato con modello F24, indicando il codice atto riportato in alto a sinistra nella comunicazione.

Se invece il contribuente ritiene che la dichiarazione presentata sia corretta, oppure vuole chiedere ulteriori chiarimenti al Fisco, può fornire tutte le precisazioni piuttosto che porre i quesiti ai numeri 848.800.444 da telefono fisso (tariffa urbana a tempo), 06/96668907 da cellulare  (costo in base al piano tariffario del proprio gestore), dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17 agli Uffici Territoriali della Direzione Provinciale dell'Agenzia delle Entrate, oppure utilizzare Civis, il canale di assistenza dedicato agli utenti dei servizi telematici, che consente anche di inviare in formato elettronico gli eventuali documenti utili.

Per maggiori informazioni ed assistenza completa è possibile prendere contatto con l'Ufficio Fiscale & Tributario dell'Unione Artigiani al numero 02/8375941 o presso gli uffici territoriali dell'Unione Artigiani.



Unione Artigiani su Twitter Unione Artigiani su Linkedin Unione Artigiani su YouTube Unione Artigiani su Blogspot Unione Artigiani su Viadeo Unione Artigiani su Slideshare Forum Unione Artigiani
News
17/01/2018
+++ TRAGEDIA LAMINA, L'UNIONE ARTIGIANI ADERISCE AL LUTTO CITTADINO +++
leggi tutto...
15/01/2018
Ambiente: dichiarazione Mud entro il 30 aprile
leggi tutto...
11/01/2018
Contributi in parte corrente per cantieri M4 dal Comune di Milano
leggi tutto...
09/01/2018
Mezzi pesanti, calendario dei divieti di circolazione 2018
leggi tutto...
08/01/2018
Legge di Stabilità 2018 / Assunzioni agevolate di giovani
leggi tutto...
05/01/2018
Autoriparatori, prorogato il termine per i requisiti di Meccatronica
leggi tutto...
02/01/2018
Sacchetti per la spesa: attenzione alle sanzioni
leggi tutto...
19/12/2017
Edili: firmata intesa sindacati-imprese
leggi tutto...

Corsi
08/01/2018
Aggiornamento formazione RSPP datore di lavoro
leggi tutto...
30/11/2017
Svizzera, nuovo regime Iva - seminario 18 dicembre
leggi tutto...
02/10/2017
Taxi, corsi di inglese gratuiti
leggi tutto...
30/08/2017
Taxi-Ncc: corsi di formazione per iscrizione al ruolo
leggi tutto...

 

Inserisci l'indirizzo eMail
per iscriverti alla newsletter


Adempimenti per le imprese Scopri i nuovi servizi Giovani artigiani Sportello immigrati
Formazione a distanza Come associarsi La sede centrale Newsletter e App


Unione Artigiani della Provincia di Milano - Via Doberdò 16 - 20126 MILANO - PI 02066950151 -
tel 02 8375941 - fax 02 89405275 - e-mail segreteria.generale@unioneartigiani.it
Credits | Maps