Percorso:> Unione Artigiani della Provincia di Milano > Lavoro & Sindacale > Fondo sociale bilaterale dell'artigianato: prime istruzioni operative
HOME | CHI SIAMO | DOVE SIAMO | AREA RISERVATA | CONTATTI | LINK | C.L.A.A.I. |
ita | ing | arabo | cinese



NOTIZIE PER LE CATEGORIE
Primo Piano
Come aprire un'attivita'
Servizi per le imprese
Servizi per il cittadino
Finanziamenti & Bandi
Ambiente & Sicurezza sul lavoro
Categorie
Corsi & seminari
Sportelli assistenza
Convenzioni
Fisco & Tributi
Lavoro & Sindacale
Eventi & Fiere
Scadenze Fiscali & Tributarie
Mercati Esteri & Reti di Imprese





Fondo sociale bilaterale dell'artigianato: prime istruzioni operative
(23/07/2016)
 
Le imprese artigiane e le imprese anche con meno di 6° dipendenti che applicano i Contratti Collettivi di Lavoro sottoscritti tra le  categoria rappresentative dalle Organizzazioni Nazionali dell'Artigianato (tra queste  la C.L.A.A.I. – Unione Artigiani della Provincia di Milano e Monza e Brianza) e C.G.I.L. – CISL – UIL,  (escluso il settore edilizia), possono presentare le domande al Fondo di Solidarietà Bilaterale dell'Artigianato – F.S.B.A. -  per ottenere le prestazioni  di sostegno al reddito in caso di sospensione  o riduzione  dell'attività lavorativa.
 
Il Fondo assume la piena   operatività dopo il recente  adeguamento legislativo che consente al comparto artigiano di dotarsi di un sistema di ammortizzatori sociali autonomo, in vista dell'esaurimento della cassa integrazione  guadagni in deroga (CIGD), previsto per la fine del corrente anno.
 
Le prestazioni erogate dal Fondo sono due :
 
  • Sospensione attività lavorativa:assegno ordinario, per un massimo di  13 settimane in un biennio mobile ( lavoratori sospesi  a zero ore );
  • Riduzione attività lavorativa: assegno di solidarietà per un massimo di 26 settimane in un biennio mobile ( la riduzione media oraria non potrà essere superiore al 60% dell'orario giornaliero, settimanale o mensile dei lavoratori interessati ).
 
Le suddette prestazioni non possono cumularsi e, nel biennio mobile, sono alternative tra di loro.
 
Entrambe le prestazioni possono essere utilizzate a fronte di una apposita procedura sindacale tra l'impresa (assistita dall'Ufficio Sindacale & Lavoro dell'Unione Artigiani della Provincia di Milano, Monza e Brianza) e le Rappresentanze Sindacali dei Lavoratori.
 
Le casuali di intervento del Fondo sono :
 
-          Situazione aziendale dovuta ad eventi transitori  non imputabile all'impresa o ai dipendenti,  ivi comprese le situazioni climatiche;
-          Situazioni temporanee di mercato.
 
La domanda delle prestazioni deve essere presentata dall'impresa (anche tramite il proprio consulente o Società di Servizi accreditati)  entro e non oltre 20 giorni dall'inizio effettivo della sospensione a zero ore o riduzione dell'attività lavorativa, tramite sistema informatico.
 
L'impresa è tenuta ad inviare, sempre tramite sistema informatico, alla fine di ogni periodo di paga e comunque entro e non oltre il 20 del mese successivo, la rendicontazione relativa alle ore/giornate di lavoro non prestate dal lavoratore destinatario della prestazioni (senza la quale il pagamento della prestazione non potrà avvenire).
 
L'erogazione degli assegni avverrà tramite gli Enti Bilaterali regionali dell'Artigianato  (per la Lombardia E.L.B.A.).
 
Sul sito del FSBA ( www.fondofsba.it), è disponibile la “ Guida utilizzo sistema presentazione domande sospensioni/riduzioni  - FSBA - “.
 
Rammentiamo che il Fondo di solidarietà bilaterale dell'artigianato, è alimentato da una contribuzione in parte a carico dell'impresa  ( 0,45% dal 1° gennaio 2016  ) e in parte a carico dei dipendenti  ( 0,15% dal 1° luglio 2016 ), da calcolarsi sulla retribuzione imponibile previdenziale.
 
SI RACCOMANDA vivamente di porre la più ampia attenzione per tutto quanto sopra espresso ed in particolare, fare in modo che ogni richiesta di avvio della procedura sindacale, da parte delle imprese interessate, venga inoltrata all'attenzione dell'ufficio sindacale (e.mail: ufficio.sindacale@unioneservizi.it), per ogni eventuale, ulteriore informazione,  per valutare preventivamente i motivi per i quali  la richiesta viene avanzata, ed in particolare, fornire la dovuta assistenza nel corso della procedura sindacale suddetta.
 
Per informazioni ed assistenza: Ufficio Sindacale & Lavoro Unione Artigiani, 02/8375941.



Adempimenti per le imprese Scopri i nuovi servizi Giovani artigiani Sportello immigrati
Formazione a distanza Come associarsi La sede centrale Newsletter e App


Unione Artigiani della Provincia di Milano - Via Doberdò 16 - 20126 MILANO - PI 02066950151 -
tel 02 8375941 - fax 02 89405275 - e-mail segreteria.generale@unioneartigiani.it
Credits | Maps