Percorso:> Unione Artigiani della Provincia di Milano > Lavoro & Sindacale > Accordo quadro Ammortizzatori sociali in deroga 2016 - 2017
HOME | CHI SIAMO | DOVE SIAMO | AREA RISERVATA | CONTATTI | LINK | C.L.A.A.I. |
ita | ing | arabo | cinese



NOTIZIE PER LE CATEGORIE
Primo Piano
Come aprire un'attivita'
Servizi per le imprese
Servizi per il cittadino
Finanziamenti & Bandi
Ambiente & Sicurezza sul lavoro
Categorie
Corsi & seminari
Sportelli assistenza
Convenzioni
Fisco & Tributi
Lavoro & Sindacale
Eventi & Fiere
Scadenze Fiscali & Tributarie
Mercati Esteri & Reti di Imprese





Accordo quadro Ammortizzatori sociali in deroga 2016 - 2017
(04/01/2017)
 
Lo scorso 16 dicembre, Regione Lombardia e le Parti Sociali, tra cui l'Unione Artigiani, hanno sottoscritto il terzo Addendum, sostitutivo integralmente dei precedenti firmati ad ottobre e novembre 2016.
Il nuovo testo consente in via definitiva la possibilità, per le imprese del nostro comparto, di far coesistere l'adesione alla Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (Cigd) al Fondo di Solidarietà Bilaterale dell'Artigianato, purché non si determini sovrapposizione parziale o totale dei periodi interessati.
Una rilevante novità è costituita dal fatto che le domande dovranno essere presentate solo a Regione Lombardia.
Il termine per la presentazione delle domande è prorogato, in via perentoria, al 19 gennaio 2017 (31 dicembre + 20 gg).
 
Riportiamo di seguito alcuni passaggi rilevanti dell'Addendum sottoscritto:
 
-     ln relazione al raccordo tra la disciplina degli ammortizzatori sociali in deroga e l'istituzione del Fondo di integrazione salariale (FIS) e dei Fondi di Solidarietà Bilaterali Alternativi ( F.S.B.A. Per l'artigianato ), il Ministero del Lavoro ha comunicato che, anche per l'anno 2017, le aziende che rientrano nel campo di applicazione della normativa relativa al Fondo di Solidarietà  di cui al Titolo II  del D.lgs. n. 148/15 possono scegliere di accedere agli ammortizzatori sociali in deroga nei limiti previsti dalla normativa di settore sopra richiamata o alle prestazioni previste dai suddetti Fondi purché le domande di accesso all'integrazione salariale abbiano per oggetto periodi di intervento non parzialmente o totalmente coincidenti;
-     Sono ammesse tra i beneficiari dell'Addendum:  aziende con un numero di addetti non superiore alle 5 unità che siano escluse dalla possibilità di accesso ai trattamenti di CIGO; aziende con un numero di addetti superiore alle 5 unità che siano escluse dalla possibilità di accesso ai trattamenti di CIGO/CIGS;
-     Anche per queste due sopradette tipologie, il periodo di CIGD autorizzato dovrà avere inizio nell'anno 2016, potrà protrarsi nell'anno 2017 senza possibilità di frazionamento e non potrà eccedere un periodo massimo di 6 mesi (pari a 182 giorni) comprensivo dei periodi richiesti/autorizzati anno 2016.
-     Gli accordi di CIGD stipulati in sede sindacale ai sensi del presente Addendum, dell'Addendum del 27 ottobre e dell'Addendum del 21 novembre non possono essere sottoscritti, né prevedere una decorrenza del trattamento, in data antecedente alla data di sottoscrizione degli Addendum medesimi. Detti accordi devono essere sottoscritti entro il 31/12/2016 e prevedere l'inizio del trattamento di CIGD entro la stessa data.
-     In base alle nuove procedure INPS-circolare n.217 del 13/12/2016 - le domande devono essere presentate esclusivamente alla Regione (e non all'INPS).
-      Considerato che, di norma, le domande devono essere presentate alla Regione entro il termine di 20 giorni dall'inizio delle sospensioni e tenuto conto dei necessari adeguamenti del sistema informativo il termine perentorio per la presentazione delle domande alla Regione è fissato al 19 gennaio 2017.
-    Le domande eventualmente ed erroneamente presentate ad INPS non verranno prese in considerazione (né rispetto ai termini di presentazione, né rispetto all'ammissibilità). Le imprese richiedenti sono tenute ad inviare comunque la domanda alla Regione nei termini sopra indicati.
-     Le aziende che hanno presentato domanda di CIG in deroga ai sensi dell'Accordo Quadro Ammortizzatori sociali in deroga 2016 per un periodo, entro il limite dei 91 giorni, fino al 31.12.2016 e hanno la necessità di proseguire i trattamenti nel 2017, devono richiedere la riparametrazione della domanda già presentata al fine di escludere la sovrapposizione dei periodi di cassa, tenuto conto che la successiva domanda deve comunque comprendere un periodo almeno di un giorno nell'anno 2016.


Per maggiori informazioni ed assistenza completa: Ufficio Sindacale & Lavoro, 02/8375941.


Unione Artigiani su Twitter Unione Artigiani su Linkedin Unione Artigiani su YouTube Unione Artigiani su Blogspot Unione Artigiani su Viadeo Unione Artigiani su Slideshare Forum Unione Artigiani
News
17/01/2018
+++ TRAGEDIA LAMINA, L'UNIONE ARTIGIANI ADERISCE AL LUTTO CITTADINO +++
leggi tutto...
15/01/2018
Ambiente: dichiarazione Mud entro il 30 aprile
leggi tutto...
11/01/2018
Contributi in parte corrente per cantieri M4 dal Comune di Milano
leggi tutto...
09/01/2018
Mezzi pesanti, calendario dei divieti di circolazione 2018
leggi tutto...
08/01/2018
Legge di Stabilità 2018 / Assunzioni agevolate di giovani
leggi tutto...

Corsi
08/01/2018
Aggiornamento formazione RSPP datore di lavoro
leggi tutto...
30/11/2017
Svizzera, nuovo regime Iva - seminario 18 dicembre
leggi tutto...
02/10/2017
Taxi, corsi di inglese gratuiti
leggi tutto...
30/08/2017
Taxi-Ncc: corsi di formazione per iscrizione al ruolo
leggi tutto...
30/07/2017
Corso personale che interviene su impianti elettrici fuori e sotto tensione (PES-PAV)
leggi tutto...

 

Inserisci l'indirizzo eMail
per iscriverti alla newsletter


Adempimenti per le imprese Scopri i nuovi servizi Giovani artigiani Sportello immigrati
Formazione a distanza Come associarsi La sede centrale Newsletter e App


Unione Artigiani della Provincia di Milano - Via Doberdò 16 - 20126 MILANO - PI 02066950151 -
tel 02 8375941 - fax 02 89405275 - e-mail segreteria.generale@unioneartigiani.it
Credits | Maps