Percorso:> Unione Artigiani della Provincia di Milano > Lavoro & Sindacale > Voucher Inps: obbligo di comunicazione preventiva anche al Ministero
HOME | CHI SIAMO | DOVE SIAMO | AREA RISERVATA | CONTATTI | LINK | C.L.A.A.I. |
ita | ing | arabo | cinese



NOTIZIE PER LE CATEGORIE
Primo Piano
Come aprire un'attivita'
Servizi per le imprese
Servizi per il cittadino
Finanziamenti & Bandi
Ambiente & Sicurezza sul lavoro
Categorie
Corsi & seminari
Sportelli assistenza
Convenzioni
Fisco & Tributi
Lavoro & Sindacale
Eventi & Fiere
Scadenze Fiscali & Tributarie
Mercati Esteri & Reti di Imprese





Voucher Inps: obbligo di comunicazione preventiva anche al Ministero
(09/01/2017)

 

Segnaliamo alle imprese associate che, in caso di ricorso a prestazioni di lavoro accessorio (cosiddetti “Voucher INPS"), sono previsti nuovi specifici obblighi di preventiva comunicazione all’Ispettorato Nazionale del Lavoro (I.N.L.) ed all’INPS dell’inizio dell’attività lavorativa, in mancanza della quale si possono applicare pesanti sanzioni economiche.

 

In sostanza, è stato stabilito che, almeno 60 minuti prima dell'avvio di ogni singola prestazione occasione, la stessa debba essere dichiarata (ed essere così tracciabile) attraverso apposita comunicazione, via email, da inviarsi alla sede territoriale competente dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, utilizzando gli indirizzi dedicati che l'Ispettorato Nazionale del lavoro ha diffuso (per quanto riguarda le province di Milano, Lodi e Monza e Brianza, l’indirizzo da utilizzare è voucher.milano-lodi@ispettorato.gov.it).

 

L’email va inviata separatamente per ogni singolo lavoratore interessato, indicando nella stessa i dati anagrafici e il codice fiscale del prestatore di lavoro e il luogo, il giorno e l'ora di inizio e l'ora di fine della prestazione, senza alcun file allegato, riportando nell'oggetto del messaggio il codice fiscale e la ragione sociale del committente.

 

Il nuovo adempimento va comunque ad aggiungersi alla separata comunicazione telematica da farsi sul sito www.inps.it attraverso le proprie credenziali di accesso (PIN INPS individuale), anch’essa ovviamente obbligatoria e soggetta – in mancanza – a specifiche sanzioni.

 

Evidenziamo infine che l’attuale disposizione legislativa fa espresso riferimento ai “…Professionisti e imprenditori … che ricorrono al lavoro accessorio”, quindi restando esclusi dai nuovi obblighi di comunicazione i datori di lavoro domestico (colf / badanti) che si avvalessero di prestazioni a mezzo voucher e per i quali continuerà a valere la precedente prassi di comunicazione preventiva solo all’INPS.

 

Per maggiori delucidazioni ed assistenza completa, contattare l'Ufficio Sindacale & Lavoro dellìUnione Artigiani al numero 02/8375941.



Adempimenti per le imprese Scopri i nuovi servizi Giovani artigiani Sportello immigrati
Formazione a distanza Come associarsi La sede centrale Newsletter e App


Unione Artigiani della Provincia di Milano - Via Doberdò 16 - 20126 MILANO - PI 02066950151 -
tel 02 8375941 - fax 02 89405275 - e-mail segreteria.generale@unioneartigiani.it
Credits | Maps