Percorso:> Unione Artigiani della Provincia di Milano > Ambiente & Sicurezza sul lavoro > Inail: bando Isi 2016
HOME | CHI SIAMO | DOVE SIAMO | AREA RISERVATA | CONTATTI | LINK | C.L.A.A.I. |
ita | ing | arabo | cinese



NOTIZIE PER LE CATEGORIE
Primo Piano
Come aprire un'attivita'
Servizi per le imprese
Servizi per il cittadino
Finanziamenti & Bandi
Ambiente & Sicurezza sul lavoro
Categorie
Corsi & seminari
Sportelli assistenza
Convenzioni
Fisco & Tributi
Lavoro & Sindacale
Eventi & Fiere
Scadenze Fiscali & Tributarie
Mercati Esteri & Reti di Imprese





Inail: bando Isi 2016
(01/01/2017)

Il Bando Isi 2016-2017 finanzia in conto capitale le spese sostenute per la realizzazione di progetti relativa al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro. Per “miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro” si intende il miglioramento documentato delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti e riscontrabile con quanto riportato nella valutazione dei rischi aziendali.

Sono ammessi a contributo i progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie:

1.       Progetti di investimento;

2.       Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;

3.       Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;

4.       Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.

Le imprese possono presentare un solo progetto riguardante una sola unità produttiva e una sola tipologia tra quelle sopra indicate.

I progetti devono essere coerenti con la lavorazione di cui alla voce di tariffa selezionata nella domanda e devono contribuire alla riduzione di un rischio riscontrabile nel documento di valutazione dei rischi (DVR).

L’Inail rende disponibili complessivamente 244.507.756 euro. I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande.

Destinatari:

I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, sicurezza

Contributo

Il contributo, pari al 65% dell’investimento, fino a un massimo di 130.000 euro (50.000 euro per i progetti di cui al punto 4 – finanziamento minimo 5.000 €), viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto ed è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito (es. gestiti dal Fondo di garanzia delle Pmi e da Ismea).

Le spese ammesse a finanziamento devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 5 giugno 2017.

Fasi del bando

1.       Prima fase: inserimento online della domanda e download del codice identificativo - Dal 19 aprile 2017, fino alle ore 18.00 del 5 giugno 2017, si potrà inserire la domanda e dal 12 giugno 2017, le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista, salvare definitivamente la domanda.

2.       Seconda fase: invio del codice identificativo (click-day) - Le date e gli orari dell’apertura e della chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande, saranno pubblicati sul sito Inail a partire dal 12 giugno 2017. Gli elenchi in ordine cronologico di tutte domande inoltrate, con evidenza di quelle collocatesi in posizione utile per l’ammissibilità al finanziamento, saranno pubblicati entro sette giorni dal giorno di ultimazione della fase di invio del codice identificativo.

3.       Terza fase: invio della documentazione a completamento della domanda - Le imprese collocate in posizione utile per il finanziamento dovranno far pervenire all’Inail, entro e non oltre il termine di trenta giorni decorrente dal giorno successivo a quello di perfezionamento della formale comunicazione degli elenchi cronologici, la copia della domanda telematica generata dal sistema e tutti gli altri documenti, indicati nell’Avviso pubblico, per la specifica tipologia di progetto.

 

Dettaglio tipologia di investimenti ammissibili

 

Progetti di investimento

§  Ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, compresi gli eventuali interventi impiantistici collegati;

§  Acquisto di macchine (con sostituzione di macchine, laddove richiesto dalla specifica Tipologia di intervento);

§  Acquisto di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinati;

§  acquisto e installazione permanente di sistemi di ancoraggio destinati e progettati per ospitare uno o più lavoratori collegati contemporaneamente e per agganciare i componenti di sistemi anti caduta anche quando questi ultimi sono progettati per l'uso in trattenuta;

§  installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici; installazione o modifica di impianti di aspirazione o di immissione forzata dell’aria e impianti di trattamento delle acque reflue.

 

Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto

§  Rimozione di intonaci in amianto applicati a cazzuola o coibentazioni contenenti amianto applicate a spruzzo da componenti edilizie;

§  Rimozione di MCA da mezzi di trasporto;

§  Rimozione di MCA da impianti e attrezzature (cordami, coibentazioni, isolamenti di condotte di vapore, condotte di fumi ecc.);

§  Rimozione di piastrelle e pavimentazioni in vinile amianto compresi eventuali stucchi e mastici contenenti amianto;

§  Rimozione di coperture in MCA;

§  Rimozione di cassoni, canne fumarie, comignoli, pareti, condutture o manufatti in genere costituiti da cemento amianto.

 

Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività

§  Ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro

§  Acquisto di attrezzature di lavoro

 

Servizio Unione Artigiani

Unione Artigiani è in grado di gestire tutte le fasi della pratica. Il compenso è suddiviso in quota fissa (€ 300) e una quota variabile (7% del contributo concesso ad avvenuta concessione). Per le aziende che vogliono la gestione di una sola delle fasi sarà fatto un preventivo ad hoc.

Ufficio competente:

Area Servizi Innovativi & Finanza Agevolata

@: marketing_sviluppo@unioneservizi.it

Ph: 02 - 8375941

 



Adempimenti per le imprese Scopri i nuovi servizi Giovani artigiani Sportello immigrati
Formazione a distanza Come associarsi La sede centrale Newsletter e App


Unione Artigiani della Provincia di Milano - Via Doberdò 16 - 20126 MILANO - PI 02066950151 -
tel 02 8375941 - fax 02 89405275 - e-mail segreteria.generale@unioneartigiani.it
Credits | Maps