Percorso:> Unione Artigiani della Provincia di Milano > Lavoro & Sindacale > Rinnovo Ccnl area Alimentazione-panificazione
HOME | CHI SIAMO | DOVE SIAMO | AREA RISERVATA | CONTATTI | LINK | C.L.A.A.I. |
ita | ing | arabo | cinese



NOTIZIE PER LE CATEGORIE
Primo Piano
Come aprire un'attivita'
Servizi per le imprese
Servizi per il cittadino
Finanziamenti & Bandi
Ambiente & Sicurezza sul lavoro
Categorie
Corsi & seminari
Sportelli assistenza
Convenzioni
Fisco & Tributi
Lavoro & Sindacale
Eventi & Fiere
Scadenze Fiscali & Tributarie
Mercati Esteri & Reti di Imprese





Rinnovo Ccnl area Alimentazione-panificazione
(25/02/2017)

 

Al termine di una trattativa complessa e articolata , durata oltre 14 mesi, nella notte tra il 23 e il 24 febbraio scorso la CLAAI-Unione Artigiani, unitamente alle altre Confederazioni artigiane di categoria insieme a Fai-CISL, Flai-CGIL e Uila-UIL, ha sottoscritto l'ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL Area Alimentazione-Panificazione, scaduto il 31 dicembre 2015.

 

L'accordo, che ha validità per il triennio 2016-2018, si applica ai dipendenti delle imprese artigiane, ai dipendenti delle imprese non artigiane che occupano fino a 15 dipendenti e ai dipendenti delle imprese della panificazione che occupano fino a 249 dipendenti, per il quale sinteticamente, riassumiamo gli aspetti ritenuti di maggior interesse :

 

parte normativa

 

· L'ampliamento della sfera di applicazione anche alle imprese non artigiane che svolgono somministrazione di alimenti e bevande in attività di ristorazione;

· L'ampliamento del limite per il ricorso al lavoro straordinario per un periodo massimo di 280 ore annue per ciascun lavoratore;

· L'ampliamento dei limiti quantitativi per l'assunzione di lavoratori con contratto a tempo determinato come appresso indicato: - nelle imprese che occupano da 0 a 5 dipendenti è consentita l'assunzione di 3 lavoratori a termine; - nelle imprese che occupano più di 5 dipendenti è consentita l'assunzione di un lavoratore a termine ogni 2 dipendenti in forza.

· Per le imprese a cui già si applica la Parte I del CCNL in oggetto , è stata prevista una specifica regolamentazione del contratto a tempo determinato destinata ad alcune categorie di lavoratori: Contratto a termine per il reinserimento al lavoro.

 

parte economica

 

· Un incremento a regime pari a 55,00 euro per il livello 3A del settore Alimentazione da erogare con le seguenti decorrenze: 18,00 euro dal 1° marzo 2017; 18,00 euro dal 1° gennaio 2018; 19,00 euro dal 1° dicembre 2018. Per le imprese non artigiane del settore Alimentazione l'aumento medio concordato è pari a 80,00 euro.

· Un incremento a regime pari a 53,00 euro per il livello A2 del settore Panificazione da erogare con le seguenti decorrenze: 18,00 euro dal 1° marzo 2017; 18,00 euro dal 1° gennaio 2018; 17,00 euro dal 1° dicembre 2018.

 

Ad integrale copertura del periodo di carenza contrattuale, ai soli lavoratori in forza alla data di sottoscrizione dell'accordo, verrà corrisposto un importo forfetario una tantum” pari a euro 150,00 lordi, suddivisibili in quote mensili o frazioni in relazione alla durata del rapporto nel periodo interessato.

 

L'importo suddetto verrà erogato in due rate: la prima di euro 75,00 con la retribuzione del mese di maggio 2017; la seconda di euro 75,00 con la retribuzione del mese di maggio 2018.

 

Con le stesse modalità, l'importo di “una tantum” verrà erogato agli apprendisti in forza alla data di sottoscrizione dell'accordo di rinnovo, nella misura del 70%.

 

L'importo di “una tantum” sarà inoltre ridotto proporzionalmente per i casi di servizio militare, assenza facoltativa “post-partum”, part-time, sospensioni per mancanza di lavoro concordate.

 

L'importo dell'”una tantum” è stato quantificato considerando anche i riflessi sugli istituti di retribuzione diretta e indiretta, di origine legale o contrattuale, ed è quindi comprensivo degli stessi.

 

Gli importi eventualmente corrisposti a titolo di acconto sui futuri miglioramenti contrattuali saranno detratti, fino a concorrenza, dall'importo dell' ”una tantum” e cessano di essere corrisposti con la retribuzione relativa al mese di marzo 2017.

 

Trattandosi di un accordo particolarmente corposo , a richiesta delle imprese interessate provvederemo al relativo invio unitamente alle nuove tabelle retributive che sono in corso di predisposizione a livello nazionale.

 

Per maggiori informazioni ed assistenza: Ufficio Sindacale & Lavoro, 02/8375941.



Adempimenti per le imprese Scopri i nuovi servizi Giovani artigiani Sportello immigrati
Formazione a distanza Come associarsi La sede centrale Newsletter e App


Unione Artigiani della Provincia di Milano - Via Doberdò 16 - 20126 MILANO - PI 02066950151 -
tel 02 8375941 - fax 02 89405275 - e-mail segreteria.generale@unioneartigiani.it
Credits | Maps