Percorso:> Unione Artigiani della Provincia di Milano > Lavoro & Sindacale > Artigianato, Milano si conferma trainante con il +0,4% in un anno
HOME | CHI SIAMO | DOVE SIAMO | AREA RISERVATA | CONTATTI | LINK | C.L.A.A.I. |
ita | ing | arabo | cinese



NOTIZIE PER LE CATEGORIE
Primo Piano
Come aprire un'attivita'
Servizi per le imprese
Servizi per il cittadino
Finanziamenti & Bandi
Ambiente & Sicurezza sul lavoro
Categorie
Corsi & seminari
Sportelli assistenza
Convenzioni
Fisco & Tributi
Lavoro & Sindacale
Eventi & Fiere
Scadenze Fiscali & Tributarie
Mercati Esteri & Reti di Imprese





Artigianato, Milano si conferma trainante con il +0,4% in un anno
(14/05/2017)

 

Milano si conferma nel ruolo trainante di capitale dell'artigianato lombardo, segnando una crescita del +0,4% di micro, piccole e medie imprese tra il 2016 e il 2017: 248 in più in un anno. 

Il capoluogo è in controtendenza rispetto al resto della Lombardia, che nel complesso accusa un calo del  -0,8% in dodici mesi, pari a 2028 aziende in meno. Erano 248.873 nel 2016, oggi sono 246.845. 

A dirlo sono i dati forniti dalla Camera di Commercio di Milano ed elaborati dall'Unione Artigiani di Milano. 

“Di fronte ancora a consuntivi negativi per tutte le provincie lombarde - commenta il segretario generale dell'Unione Artigiani, Marco Accornero -, Milano dimostra di aver innescato la marcia della ripresa ed auspichiamo che funga da volano, come storicamente sempre accaduto, per il resto della Regione. A crescere in modo esponenziale è il settore dei servizi, mentre languono produzione in genere, metalmeccanica in particolare, ed edilizia.” 

Sono le donne artigiane di Milano a stimolare l'andamento positivo dell'artigianato, con un emblematico +1.4% in un anno, che equivale a ben 149 imprese in rosa in più rispetto al 2016. Meno marcato, ma pur sempre positivo, il risultato degli uomini: +0.2% (94 ditte nuove). In totale, delle 68.291 aziende artigiane attive a Milano a oggi, 10.582 hanno per titolare una donna (15,5%).

Tra le altre provincie lombarde, da segnalare il dato particolarmente negativo di Lodi (-4%) e Cremona (-2,3%), mentre Monza e Brianza, più contigua a Milano, attenua il segno negativo, con un modesto -0,5%: al -0,9% degli artigiani uomini, le imprenditrici brianzole rispondono con un +2%, facendo ancor meglio delle colleghe milanesi. 

In Lombardia gli addetti subiscono un calo netto dell'1% (5.300 posti di lavoro in meno) tra il 2016 e il 2017, anche in questo caso con Milano in controtendenza: +0,6%, pari a 723 assunti in più in un anno. Male Cremona (-2,8%), Lodi  e Sondrio (-2,3%), mentre è Varese (-0,7%) ad avvicinarsi maggiormente a Milano rispetto a Monza e Brianza (-0,9%). 

Gli stranieri conseguono quasi ovunque risultati positivi. La media lombarda dice +2,5% in un anno, con 43.531 ditte attive rispetto alle 42.459 del 2016. E' però Sondrio a segnare l'incremento maggiore (+6,1%, si tratta però solo di 15 imprese in più), seguita da Milano (+4,5%, 753 realtà nuove) e Monza e Brianza (+3,6%, 115 in più). Pesantemente negativo a Lodi il dato riguardante gli stranieri titolari di aziende artigiane, calati in dodici mesi del 5% (56 aziende scomparse). Lievissimo calo anche per Como (-0,2%, pari a 3 ditte). 

Preoccupante quanto emerge invece riguardo i giovani artigiani, che in Lombardia calano del -5,9%: erano 26.634 nel 2016, oggi sommano 25.057 ditte con titolare under30: 1.577 aziende giovani scomparse nel volgere di dodici mesi.

Tutte in negativo le province lombarde: Pavia guida la classifica dei peggiori con il -9,3% (145 ditte in meno), seguita da Lodi (-8,8%, - 55), Monza e Brianza (-8,1%, pari a -187), Mantova (-7,9%, 96 in meno). “Migliore” tra tutte si posiziona Sondrio (-1,4%, 6 imprese in meno), seguita da Lecco (-2,9%, - 28) e Como (-3,9%, - 62). Milano a metà strada: - 4% netto, che corrisponde a una emorragia di ben 290 ditte giovani. 

“Questo ultimo dato riguardante i giovani – conclude Accornero -, rappresenta un grave turbamento per chi si occupa di artigianato. Al di là dei dati altalenanti circa l'andamento del settore, che comunque induce a un cauto ottimismo considerato il traino di Milano, il risultato pesantemente negativo delle imprese artigiane under30, la maggior parte start up, obbliga ad aprire una seria riflessione, soprattutto per le prospettive future di medio e lungo termine. Non possiamo non rimarcare nuovamente come le aziende da sole, in particolare quelle nuove e quindi più deboli dovendosi consolidare e sviluppare, non possono riuscire a superare la crisi. I nodi strutturali legati alle mancate semplificazioni e ai costi fiscali esorbitanti penalizzano le nostre imprese e scoraggiano non solo gli investimenti, ma anche lo stesso avvio di una attività imprenditoriale, minando la sua sopravvivenza a breve termine. Urge intervenire, consapevoli di questi allarmanti dati.”




Unione Artigiani su Twitter Unione Artigiani su Linkedin Unione Artigiani su YouTube Unione Artigiani su Blogspot Unione Artigiani su Viadeo Unione Artigiani su Slideshare Forum Unione Artigiani
News
17/01/2018
+++ TRAGEDIA LAMINA, L'UNIONE ARTIGIANI ADERISCE AL LUTTO CITTADINO +++
leggi tutto...
15/01/2018
Ambiente: dichiarazione Mud entro il 30 aprile
leggi tutto...
09/01/2018
Mezzi pesanti, calendario dei divieti di circolazione 2018
leggi tutto...
08/01/2018
Legge di Stabilità 2018 / Assunzioni agevolate di giovani
leggi tutto...
05/01/2018
Autoriparatori, prorogato il termine per i requisiti di Meccatronica
leggi tutto...

News Costruzioni
28/03/2014
Comune di Milano e Regione Lombardia: Bando Cantieri 2014
leggi tutto...
10/03/2014
Scale nei cantieri, da Regione Lombardia le linee-guida
leggi tutto...
23/07/2013
Decreto del Fare
leggi tutto...
26/06/2013
Dal 1° luglio 2013 in vigore il Regolamento europeo sui prodotti da costruzione
leggi tutto...

Corsi
08/01/2018
Aggiornamento formazione RSPP datore di lavoro
leggi tutto...
30/11/2017
Svizzera, nuovo regime Iva - seminario 18 dicembre
leggi tutto...
02/10/2017
Taxi, corsi di inglese gratuiti
leggi tutto...
30/08/2017
Taxi-Ncc: corsi di formazione per iscrizione al ruolo
leggi tutto...

 

Inserisci l'indirizzo eMail
per iscriverti alla newsletter


Adempimenti per le imprese Scopri i nuovi servizi Giovani artigiani Sportello immigrati
Formazione a distanza Come associarsi La sede centrale Newsletter e App


Unione Artigiani della Provincia di Milano - Via Doberdò 16 - 20126 MILANO - PI 02066950151 -
tel 02 8375941 - fax 02 89405275 - e-mail segreteria.generale@unioneartigiani.it
Credits | Maps